ULTIME NEWS

NON CI CREDO!!! ANCHE LO SHAMPOO IN CASA CI SI PUO’ FARE???

E' stata proprio questa l'affermazione che ho scritto via sms ad una mia amica universitaria... Stavo infatti parlando delle proprietà dell'aloe con Irene e, dato che lei è spesso squattrinata, stava cercando qualcuno con cui dividere un litro di aloe. "Guarda serve a un sacco di cose, lo puoi usare pure per i capelli, soprattutto Fabio che li ha ricci, ma sai come li districa bene? Conosco un sacco di metodi per farsi gli shampoo a casa ed ora mi sto documentando sull'hennè. Sai cerco sempre di essere cruelty free e spendere anche pochi soldini". E qui la fatidica frase da cui poi è scattata automaticamente la mi richiesta: "Hai voglia di scrivere un post sugli shampoo casalinghi per il nostro blog?" Beh eccolo qui.

LAVARSI I CAPELLI

Ci sono shampoo e balsami cruelty-free, però cavolo… Si può salvare gli animali trattando bene anche il nostro portafogli 😉
Esistono infatti diversi metodi per lavarci i capelli naturali, ecologici, cruelty
free, personalizzabili e pure economici! Meglio di così…
Iniziamo subitoooooooooo!

SHAMPOO CON LA FARINA DI CECI:
La ricetta più semplice del mondo: farina di ceci e acqua! In una scodellina si mettono 2-3 cucchiai di farina di ceci e un po’ di acqua tiepida, quel tanto
che serve per avere la stessa consistenza di uno shampoo tradizionale. Lo si
massaggia bene sulla cute e lo si può lasciare in posa qualche minuto, e si
risciacqua molto facilmente.
Va bene per tutti i tipi di capelli! Per profumarlo si possono aggiungere
delle gocce del vostro olio essenziale preferito.
Le amanti dei metodi esclusivamente ecologici aggiungono del miele per avere
la consistenza cremosa e l’effetto balsamo… Bene, noi di alternative ce ne
abbiamo a iosa! L’importante è avere qualcosa della stessa consistenza: salsa
di grano, miele veg (da fare in casa: zucchero di palma + acqua lasciati
addensare a fuoco basso) eccetera eccetera eccetera.

Dopo aver fatto lo shampoo, si possono districare bene i capelli anche senza
balsami: con l’aceto. In tanti abbiamo riscoperto le mille funzioni dell’aceto,
tra cui quella di essere un ottimo ammorbidente. Funziona anche per i capelli,
e li rende belli lucenti.
Per lucidarli bene si può fare l’ultimo risciacquo con acqua e aceto (anche
aceto di mele, che ha un odore meno forte).
Per districarli altrettanto bene in una bacinella, o una terrina, o nel
lavandino o dove volete si possono immergere i capelli nell’acqua con due
cucchiai di aceto, per poi districarli (per le ricce è una manna).
Non vi piace l’aceto? Neanche a me (comunque non lascia nessun odore sui
capelli)… Per cui per districarli io uso gli olii: una volta bagnati, applico qualche goccia di olio (d’oliva, di cocco, di mandorle, di argan, di quello che avete in casa) sulle mani e me le passo tra i capelli. Poi
 si fa lo shampoo e via!

SHAMPOO CON IL BICARBONATO DI SODIO
Un’altro ingrediente utilizzabile per millemila cose è il bicarbonato: sgrassa qualsiasi cosa, e pure la nostra bella capoccia (per cui questo è un metodo per
chi ha i capelli grassi).
In una scodellina si mette qualche cucchiaio di bicarbonato e dell’acqua
tiepida finché forma una pastella dalla consistenza simile a quella dello
yogurt. E basta. E’ uno spettacolo!
Si usa come un normale shampoo, ma quando lo metterete in testa sembrerà di
averci appena versato dei gessetti sbriciolati. Tranquilli, tutto a posto…
Una volta sciacquati saranno morbidi e pulitissimi.
Per questo metodo ci vogliono però un paio di accortezze.
Prima accortezza: il bicarbonato è basico e alza molto il pH del capello, per
cui per ristabilirlo sarà necessario un ultimo risciacquo con acqua e aceto. Se
vi fa schifo l’odore (come a me) potete usare acqua e limone. Avevo detto che le ricette
sono tutte personalizzabili, no??
Seconda accortezza: il bicarbonato spazza via ogni briciola di grasso, che
però è necessario per la cute. Per cui il consiglio è alternare lavaggi con
bicarbonato a lavaggio con la farina.

COWASH
Questo è un metodo per chi non ha proprio voglia di fare a meno del balsamo
(sempre cruelty-free… Gli animali ve ne saranno grati).
Nella nostra solita scodellina si mettono un cucchiaio di zucchero di canna,
un cucchiaio di zucchero semolato e balsamo fino ad ottenere una bella cremina,
non troppo densa ma neanche troppo liquida. E poi ci si lava. E basta.
I balsami contengono dei tensioattivi che hanno potere lavante, e gli zuccheri
fanno effetto scrub sulla cute. Avrete così capelli puliti e morbidi anche
senza shampoo e senza la minima fatica.

Cosa si può volere di più??

Annunci

3 Commenti su NON CI CREDO!!! ANCHE LO SHAMPOO IN CASA CI SI PUO’ FARE???

  1. umm….se si aggiunge l’olio tende ad impastare, anche per poche gocce. meglio lasciarlo naturale. tende a sgrassare moltissimo e secca i capelli, ma una volta al mese basta fare un impacco di olio d’oliva da tenere tutta la notte. e voilà 😉

  2. cosa? Il cowash dici?

  3. no credo abbia messo l’olio d’oliva nella farina di ceci…
    tu parlavi di olio essenziale, magari dei menta o altro

    saluti

1 Trackback / Pingback

  1. 10 IMPACCHI STRANATURALI PER I CAPELLI | Veganize Your Life

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: